“Se i ballerini parlassero”: la nuova divertente pagina facebook.

Chi osserva il mondo della danza dall’ esterno può pensare che  sia tutto esclusivamente  serio ed inflessibile ma fortunatamente non è così, la danza è anche  divertimento,allegria e briosità ,a dimostrarcelo è la neonata pagina facebook intitolata “Se i ballerini parlassero” a dare vita a questa divertentissima pagina è stata proprio un ballerina,insegnante e coreografa il suo nome è Sefora Castro e con la sua originale idea,prendendo spunto dalla pagina “se i quadri potessero parlare”,sta regalando tantissime risate ad appassionati di danza e non. La creatrice della pagina oltre a voler dimostrare che con la danza si può e si deve scherzare ha voluto omaggiare anche i grandi artisti del balletto, riproponendo foto in cui lei ha inserito accuratamente le frasi più giuste e spassose inoltre ha raccontato che l’idea è nata poiché spesso, guardando le immagini di ballerini famosi e non, davanti ai suoi occhi le comparivano come dei fumetti, delle didascalie che bene potevano adattarsi al soggetto, specie se le foto erano buffe o con espressioni particolari! Se non avete ancora visitato la pagina vi consiglio di farlo vi sarà moto difficile contenere le risate!!!

Io vi lascio una piccola anticipazione qui…buon divertimento! (https://www.facebook.com/pages/Se-i-Ballerini-parlassero/1513877435533776?ref=ts&fref=ts)

10897027_1539379242983595_7502227296441297850_n1507940_1521307628124090_2622623881447152176_n


10308744_1550763485178504_1451377253823733520_n

1551702_1550752248512961_4293311887199881943_n10155136_1514193145502205_1009379091269308231_n10378073_1513879385533581_4294118704499370472_n1505380_1513881595533360_2778551175245039160_n

10933987_1541903892731130_1835825583370999688_n

RADIODANZA: la radio che balla. Intervista al direttore artistico Francesco Di Rienzo

banner RD

La danza è musica e comunicazione come lo è la radio quindi pensate che bello sarebbe, se esistesse una radio prevalentemente dedicata al mondo della danza…, eppure esiste si chiama RADIODANZA ed è la prima web radio italiana dedicata al mondo del ballo e della danza, è nata nel 2011 per volontà di Emanuele Ledda, con la nascita ufficiale del sito www.radiodanza.it iniziarono le prime trasmissioni da Carbonia in Sardegna. Attualmente la web radio trasmette notizie, musica e tutte le informazioni sul mondo della danza. Radio danza nasce dalla voglia di dare voce al mondo del ballo per creare un prodotto editoriale unico nel suo genere. Sin da subito la radio è stata convocata come rappresentate radiofonica di molteplici eventi come Danza In Fiera 2011, i Campionati del Mondo IDF a Castiglioncello, il Milano Danza Expo di Milano nel 2011, i Campionati Italiani 2012 di Danza Sportiva organizzati dalla FIDS e infine è stata Radio ufficiale della finale nazionale di Chianciano Terme “Città in Danza 2012″ organizzata dalla Lega Danza Uisp.

Radio danza si struttura a livello nazionale nel 2014 grazie all’attuale direttore artistico Francesco Di Rienzo, un traguardo molto importante perché ha contribuito alla crescita della radio e alla possibilità per tutti gli amanti d’ Italia della danza di essere sempre aggiornati a 360° grazie alla bravura dello staff di ballerini, speacker e dj che allietano le giornate con programmi, musica e news. RADIODANZA è l’incontro perfetto tra informazione, musica, ritmo e danza. Ad ottobre è partito il nuovo palinsesto 2014/2015, RD è in diretta, dalla sede centrale in Carbonia tutte le mattine per tutta la fascia pomeridiana da Milano. E’ infatti proprio la città di Milano, che ha aperto le braccia ai nuovi studi facendo diventare il nuovo centro vitale della radio il CALIFORNIA DANCE ACADEMY, un partner d’eccezione che ha creduto nella nuova direzione e ha sposato con entusiasmo il progetto, mettendo la propria struttura a totale disposizione per studi e ufficio. E’ sempre a Milano che viene siglato un nuovo accordo di comunicazione: RadioDanza diviene radio partner del TEATRO di MILANO e del BALLETTO di MILANO per la stagione 2014/2015. Uno scambio di comunicazione volto a rafforzare il marchio  sulla scena della Danza, ma non solo.

hp fb RD
Grazie ad una piccola intervista rilasciata per “Saperedanza” dal direttore artistico Francesco Di Rienzo  riusciamo ad entrare meglio nel mondo di questa speciale radio.

Da quali programmi è composto il palinsesto di RadioDanza?

Da radio dedicata alla sola danza abbiamo sviluppato una radio completa che attualmente presenta tutti i tipi di programmi, quindi i nostri ascoltatori possono ascoltare musica da ballo, ma anche musica pop attuale con le novità e del passato con il jukebox,  inoltre nei nostri programmi parliamo di cinema, teatro, libri e tanto altro. Quindi il contenuto del palinsesto è formato da programmi di ogni genere, c’è la mattina dedicata più al ballo, il pomeriggio riservato maggiormente ai giovani e alla musica pop. Tra i nostri ospiti abbiamo cantanti, attori e personaggi del mondo dello spettacolo, ma anche quelli che danno info di costume o eventi speciali da noi selezionati, quindi a tutti gli effetti una radio completa. La notte infine per tutta la fascia serale e notturna sino al mattino c’è “Balla con RadioDanza” dalle 9 di sera in poi partono ogni ora dei mix di vario genere musicale per ascoltare e ballare sintonizzandosi magari anche durante feste ed eventi…si può anche fare a meno di un deejay. Ci pensa RD a fare la playlist giusta! Ogni ora c’è un genere musicale diverso (tango, liscio, discoteca, anni 70, anni 80, latino caraibico, Kizomba, e tanto altro).

Qual  è secondo lei il segreto per far funzionare una radio dedicata alla danza?

Secondo me è giusto essere una radio specializzata in un target..ormai l’essere tematici è importante per distinguersi e per essere specializzati. Ma è giusto offrire un contenuto ampio generale e accompagnrea l’ascoltatore durante la giornata in tutto ciò che fa, anche perché nella maggior parte dei casi chi ci ascolta sta studiando,lavorando ecc. quindi non deve per forza essere dedicato ad un momento di ballo. Gli ascoltatori devono avere la possibilità di essere a conoscenza di  tutte le informazioni del mondo del ballo ma non solo e quindi informarsi su libri, cinema , spettacolo e notizie di attualità. Stare quindi sempre informati…Cerchiamo di essere comunque anche una radio generalista, ma con il titolo e la colonna portante che è il mondo della danza. Questo ci permette di essere la radio per tutti, Non abbiamo neanche un target di età preciso, perché il tema portante del ballo e comune e trasversale ad ogni età!!

Quali novità sono previste nel palinsesto?

La prossima novità importante è il nuovo programma del mattino, in partenza proprio a Febbraio. Abbiamo cercato di sviluppare tutta la giornata con programmi in diretta, proprio per ritenerci una radio professionale ed organizzata. Quindi non soltanto musica ma anche tante voci che si alternano durante tutta l’intera giornata. Un obiettivo importante è stato quindi avere degli speaker che conducono programmi in diretta. Abbiamo diviso in tre fasce il palinsesto la prima quella del mattino in diretta dalla sede centrale in Sardegna a Carbonia. La seconda del pomeriggio in diretta da Milano presso il “California Dance Academy “nostro partner e nota accademia di danza dove noi risiediamo a Milano. In questa accademia ci hanno messo a disposizione il loro showroom che è diventato il nostro studio di Milano. La terza è fatta tutta di mix per ballare. Il programma che apre la giornata è il “Danza e Dintorni”, dedicato al mondo della Danza e Ballo, poi segue “Dimmi Dammi Dimmi.

La novità di febbraio è proprio quest’ultimo nato, Dimmi Dammi Dimmiil  nuovo programma del mattino che partirà il 2 febbraio dalle 10.30 alle 12.00 con l’obiettivo di farci raccontare qualcosa dagli ascoltatori, e aprirci così al contatto con pubblico. Nasce infatti con l’intento di dialogare con gli ascoltatori…”Dimmi” è la parola chiave, si può scrivere alla redazione e dire che cosa si sta facendo..cosa si vuole ascoltare e “Dammi” ..dare così un contributo personale al programma. Ovviamente il tutto via mail…a diretta@radiodanza.it…molti ascoltatori, se lasceranno il recapito telefonico potranno anche essere richiamati in diretta…la playlist sarà interamente dedicata alla musica pop attuale e del passato. Un vero jukebox!

La sua più grande soddisfazione legata all’esperienza con RadioDanza?

Credo che i momenti più soddisfacenti per me siano stati due. Il primo risale all’apertura dello studio di Milano che era un po’ la missione che mi era stata affidata, trovare un partner che ci potesse sostenere. Il 5 maggio infatti abbiamo inaugurato lo studio a Milano grazie al California Dance Academy. Come si suol dire l’unione fa la forza e con il California abbiamo creato un pool che partendo da un Academy, aggiunge il progetto radio e si occupa anche di abbigliamento per la Danza e il Ballo con il marchio California Dance Wear.

L’altra grande soddisfazione è stata sicuramente quella di  avere messo in piedi una grossa squadra con già più di 30 collaboratori tra speaker, redattori e tecnici.

Vuole salutarci con un ultimo messaggio da lanciare ai nostri lettori?

Certo, ci tengo a presentare il prossimo obiettivo di RadioDanza che è quello di essere in piazza con tutti gli ascoltatori, essere nelle discoteche ed organizzare serate ed eventi. In qualità di organizzatore o di media partner. Se qualche discoteca, gestore di eventi, che legge volesse organizzare eventi ed essere allietati dalla nostra musica, avere i nostri artisti (che spaziano dal tradizionale dj ad animatori completi che cantano, ballano)  può infatti chiamare RadioDanza e chiedere la nostra collaborazione per gestire, animare e insieme realizzare eventi in tutta Italia. Apriremo infatti un ufficio addetto a questo lavoro a Milano. Un altro ambizioso progetto è l’apertura di un’altra sede-studio radio a Roma, con un partner simile a quello di Milano. Siamo quindi sempre alla ricerca di collaboratori appassionati  che hanno vogliano di contribuire alla crescita della radio. Fatevi avanti!!!

E’ possibile ascoltare RadioDanza dal sito www.radiodanza.it (qui troverete anche tutte le info sui programmi, tutti i contatti e tutti i volti degli speakers) e tramite le applicazioni gratuite su cellulari Iphone e Android.

Family RD

Lo staff di RadioDanza

 rd cuffie orizz 2

 

 

Danzainfiera compie 10 anni e festeggia con “Scatta il 10”

771416504738L’evento internazionale di danza più importante compie 10 anni. Danzainfiera si terrà come sempre nella splendida Firenze precisamente alla “Fortezza da basso” dal 26 febbraio al 1 marzo. La parola d’ordine per festeggiare questi 10 anni sarà “SOCIAL” infatti Danzainfiera ha programmato alcuni eventi come “Scatta il 10”, dedicata agli igers per partecipare in prima persona al decimo compleanno della manifestazione. Chiunque potrà scattare una foto che rappresenti il numero 10 e che sia legata anche alla danza e pubblicarla su Instagram con gli hashtag #dif2015 #scattail10. Gli autori delle foto più belle potranno vincere una giornata da protagonista a Danzainfiera e dieci speciali sorprese pensate proprio per chi ama la danza.

Il capoluogo toscano si trasformerà per quattro giorni nella capitale della danza perché l’evento regalerà una vera e propria “dance experience” con 65.000 mq di spazi complessivi e oltre 1 milione di visitatori nelle 9 edizioni passate. Sono attesi nomi importantissimi come l’étoile internazionale Alessandra Ferri che aprirà la manifestazione, lo statuario Federico Bonelli, primo ballerino del Royal Ballet di Londra e il direttore della celebre Accademia Vaganova di San Pietroburgo, Nikolay Tsiskaridze. E poi ancora spettacoli da non perdere, casting per la tv e audizioni, stage e worksohop e tutti gli stili di danza da provare e imparare. Di contenuti da comunicare ne hanno moltissimi, ecco perché sfruttano a pieno le potenzialità del web.

Amanti della danza diamoci da fare e scattiamo il 10!!!

http://www.danzainfiera.it/

Dance Direct:il paradiso dei ballerini.

Oggi vorrei parlare di un argomento che sono sicura interesserà tutti i danzatori: l’abbigliamento per  la danza. Vorrei mettere a conoscenza tutti di una grandiosa azienda che si chiama “DANCE DIRECT”.

Dance direct nasce dall’idea di due ex ballerini professionisti, con il proposito di fornire abbigliamento di ottima qualità a prezzi accessibili. Dance Direct è attualmente il principale rivenditore di articoli per la danza  in tutta Europa. Inoltre fornisce scuole di danza e ballerini professionisti. Io stessa ho avuto modo di restare sorpresa ed entusiasta navigando sul sito, il quale presenta diverse sezioni dall’ abbigliamento per la danza classica dei bambini, alla street dance, calzature accessori ecc. I prezzi sono più che accessibili e i prodotti sono dei migliori brand nel campo della danza come:Gaynor Minden, Plume, Revolution,Bloch, Freddy, Capezio, Royal ballett e tantissimi altri. In particolare a colpirmi è stata la linea di intimo, mai visto un intimo per la danza tanto ben fatto e così perfetto da poter essere indossato sotto qualunque tipo di costume di scena e body risultando assolutamente invisibile. Questo stupendo rivenditore presenta anche una vasta scelta di costumi per la scena adatti ad ogni tipo di balletto, ballerino e stile, dai tutù per la danza classica agli abiti per contemporaneo, jazz e tip-tap e inoltre presenta una vasta gamma di prodotti in super saldi. Inutile specificare quanti tipi di calzature e accessori per i piedi di alta qualità dance direct è in grado di fornire. Inoltre possiede un programma che prevede un sconto che  nel caso dei costumi di scena arriva fino al 40 % per tutti gli insegnanti,che dire, io l’ho definito il paradiso dei ballerini che permette di essere comodi e con stile tutti i giorni a lezione e sul palco.

Dance Direct ha davvero tutto ciò di cui ha bisogno un ballerino a prezzi incredibilmente bassi e per averlo basta davvero solo un click consultando e ordinando dal sito http://www.dancedirect.com/it/ ,inoltre ogni articolo presenta una dettagliata descrizione per poter scegliere i propri acquisti in modo impeccabile ed essere del tutto consapevoli delle caratteristiche del prodotto che si sta acquistando.

Io credo che non ne potrete più fare a meno,vi consiglio di correre subito sul sito per perdervi in questo mondo.

info e contatti:  italia@dancedirect.com

06 94801576

homepage_banner_2014_12_winter_sale_it

Homepage_Banner_2014_11_exquisite_leotards_ITfeature_childrens_P787Chomepage_banner_new_menswear_IT

€ 24,50

€ 24,50

feature_14PA4932

€5,47

€5,47

feature_costumes_jazztap2015

€10,95

€10,95

€12,95

€12,95

Bloch €19,95

Bloch €19,95

Sansha €11,95

Sansha €11,95

Bloch € 26,95

Bloch € 26,95

€27,50

€27,50

Revolution  €89,25

Revolution €89,25

€82,95

€82,95

Revolution €89,25

Revolution €89,25

Revolution €84,99

Revolution €84,99

SO105 Bloch €42,95

SO105 Bloch €42,95

Revolution €83,65

Revolution €83,65

La compagnia del “Trockadero di Monte Carlo”: quando ad indossare il tutù é lui.

Les-Ballets-Trockadero-De-005Da sempre le ballerine hanno la fortuna di poter indossare bellissimi tutù e sontuosi abiti colorati, ma perché riservare questo piacere solo al gentil sesso? Forse è questo quello che si sono chiesti i danzatori della compagnia del “Trockadero di Monte Carlo”,professionisti che con notevoli capacità tecniche e grande senso dell’umorismo hanno deciso di indossare esclusivamente scarpette da punta e tutù per interpretare i balletti più famosi del repertorio classico. La società è stata co-fondata da Peter Anastos, Natch Taylor e Antony Bassae a New York nel 1974, producendo piccoli, spettacoli a tarda notte, al “Broadway loft off-off”. Il loro primo spettacolo è stato il 9 settembre 1974. L’attuale direzione artistica è affidata a Tory Dobrin .Dopo aver ricevuto una favorevole critica del New Yorker , è stato scoperto da un pubblico più ampio. Le “Trocks” attualmente girano il mondo, con impegni prolungati in molte grandi città. Nel 2008 si sono esibiti al Royal Variety Performance , di fronte al principe Carlo.I ballerini ritraggono entrambi i ruoli maschili e femminili in uno stile umoristico che unisce parodie del balletto, con pezzi volti a mostrare le proprie capacità tecniche. Immaginate solo quanto possa essere difficile per un danzatore eseguire passi del repertorio di danza femminile sulle punte, eppure le “trocks” ci riescono alla perfezione. La compagnia negli anni si è esibita in: Il lago dei cigni,Don Chisciotte,Il Cavallino Gobbo,Lo Schiaccianoci,Pas de Quatre e molti altri capolavori del balletto. La compagnia del Trockadero unisce una grande professionalità alla capacità di saper ridere e scherzare con e per la danza.

03_Swan_Lake

Les-Ballets-Trockadero-de-Monte-Carlo

Black_Swan_b

o_piesa_dupa_bach,_tratata_in_stil_parodic

ht_pas_de_quatre_081217_ssv

l_ecole_de_ballet_03

Blue Bird, Pas de Deux

Trocks 2012dswanlake

La danza ieri ed oggi tra romanticismo e atleticità.

Gambe altissime, colli del piede strabordanti aperture di gambe al limite del possibile ecco quello su cui al giorno d’oggi ci soffermiamo quando guardiamo un balletto grazie alle magnifiche doti dei danzatori del nostro tempo che riescono a farci sognare. Eppure la danza classica è cambiata notevolmente nel corso degli anni oserei definirla ad oggi più “atletica”. Basti pensare all’ importanza del balletto romantico avuto nel corso dell’800 grazie a Maria Taglioni una splendida danzatrice vissuta nell’800 definita la pioniera del balletto romantico, per lei fu creato il balletto “la Sylphide” ,notevole fu anche la sua interpretazione del “Pas de quatre”. La Taglioni aveva un suo personalissimo stile capace di ammaliare anche solo con un semplice gesto lo spettatore, riusciva a trasmettere un senso di leggerezza unico ed infine come la tradizione del balletto romantico vuole ad esprimere ogni tipo di emozione e sentimento danzando, pur non avendo le doti fisiche dei danzatori di oggi.Sylphide_-Marie_Taglioni_-1832_-2733Cd_t10_2

Altro esempio è quello dell’intramontabile Margot Fonteyn   partner indiscussa per anni del grande Rudolf Nureyev ,il suo modo di danzare emergeva per il lirismo, la grazia, la passione e la musicalità. Non era tecnicamente molto dotata (i suoi piedi non erano eccezionali) ma aveva in sé qualcosa di magico che, in palco, la rendeva speciale. In quegli anni la parola danza corrispondeva a romanticismo il danzatore era colui che esprimeva con quel danzare recitato unico del primo 900 e che ha visto tra le maggiori esponenti Carla Fracci, vedere danzare la Fracci e soffermarsi sui piedi e le gambe è riduttivo nonché impossibile la sua essenza è nell’interpretazione,nei gesti, nei movimenti tanto precisi da emozionare, nello sguardo, basti guardare la sua interpretazione di “Giselle” ed in particolare la scena della pazzia in cui non commuoversi è impossibile..

sleeping-beauty-mfmargot-fonteyn-as-ondine-1958-photo-roger-wood-407x550download (1)Margot_080408115206465_wideweb__300x381,1

1266657937469_f

La danza oggi è arrivata nel mondo dei professionisti a livelli  altissimi per quanto riguarda la tecnica, possiamo ammirare ballerini quasi contorsionisti capaci di farci restare senza fiato, ballerine capaci di eseguire promenade sulla testa del partner ed ovviamente si è ballerini professionisti solo se si possiedono i prerequisiti fisici imposti dai canoni della danza attuali (collo del piede sviluppato, caviglie capaci di sostenere mille piroette, gambe altissime ecc…).Resta il fatto che anche se più atletica gli artisti di oggi riescono a far emozionare in modi sublimi anche se in modo diverso,è a seconda del nostro gusto personale preferire di più il tipo di danza atletica di oggi o quel fare recitato ed emozionale di un tempo.

wp-natalia-osipova-polina-semionova-yekaterina-krysanova-maria-kochetkova-yekaterina-shipulina

maria-kochetkova-and-gennadi-nedvigin-in-pages-guide-to-strange-places